domenica 10 luglio 2016

Alessia legge i monti


Alessia legge i monti


Disco d'arancia solare
agglutinato a dell'azzurro
dei monti il margine per
Alessia in quella montuosità
a leggerla traendone
presagi di fortuna.
Se apparirà una nuvola,
pensa Alessia, dove è più
il confine acuminato sarò
felice: e una nuvola appare
nel gioco bianco pari
a di Alessia l'anima.
Legge i monti nel loro
inazzurrarsi in alternanza
con l'invernale candore
di gennaio, il mese del nevaio.
Ricorda una bambina
con il nonno Alessia,
quando sul Rosa salirono
senza paura. E di essere
lasciata non teme da Giovanni
(ha fragole sognato).

Raffaele Piazza

1 commento:

  1. Trarre presagi nel gioco delle nuvole. Nel suo sognare a occhi aperti, la ragazza si rivede bambina.
    Attrae questo gioco di versi nel loro candore.

    RispondiElimina