sabato 29 ottobre 2016

Poesia di René Char


Buio mi sembrò, e raffermo,
 nel cielo degli uomini
 il pane degli astri.
 Eppure nella stretta delle loro mani
 scoprivo la fatica di quelle stelle
 che ne chiamano a raccolta altre
 mentre migrano al di là del ponte
 ancora trasognate.
 Ne ho raccolto il sudore splendente
 e nel mio gesto la terra
 ha smesso di morire. 

René Char
 Da Retour amont, Lottatori

Creedence Clearwater Revival - "Midnight Special"

Lei - Antonio Nazzaro

venerdì 28 ottobre 2016

Alessia e le acque magiche


Alessia e le acque magiche

.
Attimi azzurropervinca nell'inalvearsi
il sentiero fino al mare. Marechiaro
a Napoli nell'intensificarsi la tinta
di acque di rinascita e gioia per Alessia
rosavestita per la vita. Indugia Alessia,
poi si tuffa e sente il fresco dalla pelle
all'anima di 18 grammi. Riemerge
con una spirale di conchiglia senza
nome, amuleto nuovissimo e presagio
di vittoria. Squilla il telefonino e a poco
a poco pensa che la poesia scritta
è per se stessa e gli amici e chi l'ama.
Lentamente il lago dalla fonte del giorno
trova forma a dilatarsi in un rigo della
mente, Alessia e così esiste.


Raffaele Piazza

mercoledì 19 ottobre 2016

Alessia pari a donna


Alessia pari a donna
.

Specchio a riflettere Alessia
nuda, sedici anni contati come
semi. Da tre ha il ciclo ragazza
Alessia e ogni volta la gioia
di non esserci rimasta. Specchio
delle mie brame, pensa Alessia
si arrotonderanno ancora le mie
forme? A Vanessa sono cresciute
fino a diciotto, in un rigo
del pensiero pensa Alessia
che con Giovanni deve stare
attenta a non fare bambini
che non potrebbero mantenere.
Entra Alessia nel cielo di una
farmacia: preservativi sottili!!!
Arrossisce Alessia come
una donna.


Raffaele Piazza

sabato 15 ottobre 2016

Cristina Campo - due poesie


Cristina Campo


Dell'anima ben poco
sappiamo. Berrà forte dai bacini
delle concave notti senza passi, 
poserà sotto aeree piantagioni
germinate dai sassi...
(Natale '53-54)

Da "Moriremo lontani", ora in "La tigre assenza"

*

Sulla pietra angolare
ci spezza la morte
la eleva all'orizzonte delle lacrime
la posa
con materno terrore
su stimmate di labbra
a medicare
la vita
(1969)

Ivi, "Missa romana II"

Bobby Darin - Queen of The Hop

Un punto in mezzo ai tanti - redent Enzo Lomanno

venerdì 14 ottobre 2016

Alessia e ottobre 2016


Alessia e ottobre 2016
.

Vento più fresco nel meridiano
incantesimo di luce per Alessia.
Viale percorso con la forza
degli occhi nell'interanimarsi
con dell'aria la resistenza.
Poi piove acqua dal cielo
nell'intensificarsi della tinta
delle nuvole. Attimi belli,
Alessia, capelli bagnati,
sorride nel sottile sogno
entrando per una rinascita
vicino al lago
della calma meraviglia.


Raffaele Piazza

mercoledì 5 ottobre 2016

Alessia e l'orizzonte


Alessia e l'orizzonte

.
Rigo nel pensiero di Alessia
e in natura nel separare cielo
e mare. Cosmica azzurrità dei
due sembianti per Alessia
nell'infinito nell'indifferenziarsi.
Sta a casa Alessia, balconi
sulle acque di Napoli che sale.
Placati suoni nella sera e Alessia
conosce il silenzio di bellezza
incredibile. Di Montale sgorgano
i versi alla lettura per Alessia
e l'orizzonte appare.


Raffaele Piazza

sabato 1 ottobre 2016

Alessia trova il sole


Alessia trova il sole

.
Sorgente di attesa ritrovata di gioia
il rigo nella mente, acqua sorgiva
zampillante e azzurra nel bosco per
Alessia degli attimi infiniti. Legno
di alberi vivi di duecento anni e il liquido
elemento nella trasparenza a giocare
con il sole per Alessia. Ha trovato
frate sole Alessia non nell'indifferenziarsi
infinito di un cielo polito ma nei
centimetri di acque nella terra a specchiarsi
e illuminare ad ogni passo resurrezioni,
all'ombra delle piante e beve Alessia.


Raffaele Piazza

C'è una buona ragione...


C'E' UNA BUONA RAGIONE PER CONTINUARE A SCRIVERE

<< Forse c’è una buona ragione per continuare a scrivere.
Quando le parole rincorrono le mani e si sentono sole
e la notte ha il sapore del caffè irrancidito nella tazzina,
stravolgi i tuoi pensieri e leghi il cuore a un solo battito.
Sarà quel ritmo ossessivo, monocorde che comanderà,
detterà il percorso dei tuoi pensieri fagocitando il senso.
[le dita come alunni in un’aula vuota spezzano gessetti
straziando brandelli di anima su una lavagna bugiarda]
Sì, forse c’è una buona ragione perché tutto ciò accada
anche stanotte inseguo immagini, laceri pezzi di anima
che bussano e premono alla porta, coartando le mani…
il bisogno di urlare, di liberare la mente è insopprimibile.
La voglia indecente del raccontarsi nonostante gli errori
altera la sequenza degli impulsi vitali e denudo parole.
[anime sensibili in farisaica processione ora giudicano
spettacolo inverecondo quel lacerar veli del tuo mondo]
E’ amore, è una buona ragione.>>
.
Franco Pucci da fb




Charlie Rich - "Rollin With the Flow"

Antonio De Lisa- Mille onde (Lost Orpheus Videopoemi)