venerdì 29 giugno 2018

Alessia rinasce nel giardino di Mirta

Alessia rinasce nel giardino di Mirta


Azzurrità a entrare negli occhi
di Alessia nel tingere di pastello
l'anima di ragazza sedicenne.
E passa Alessia nel giardino di Mirta
a rinascere con la pace del cuore
che le dà il Rosario tra il melograno,
gli aranci e i limoni sottesi alla vita
nova rigenerata dall'amore.
Sguardo di Alessia nel sembiante
di Mirta, volto della bruna a sorriderle.
E dal guizzo delle labbra comprende
Alessia ragazza che non sarà
lasciata da Giovanni. Lacrime di gioia
nel raggio verde di natura in amore
come Alessia prima di dire pronto.

Raffaele Piazza 

Un vento di ossimori (di Felice Serino)

Un vento di ossimori (di Felice Serino): posizione fetale: ideale per lasciarti / abbracciare da morfeo - in una / sospensione lucente - la mente; poesia Creative Commons

martedì 26 giugno 2018

Impossibili approdi (di Felice Serino)

Impossibili approdi (di Felice Serino): -orza alla banda!- // la faccia cotta dal sole / il marinaio / tende a quegli approdi impossibili / apparsi solo nel sogno // la terra è ancora; poesia Creative Commons

lunedì 25 giugno 2018

Le sfiorite rive del cuore (di Felice Serino)

Le sfiorite rive del cuore (di Felice Serino): le sfiorite rive / del cuore e la verde / età fuggitiva // ahi i segnacci / rossi sui quaderni // -simboleggianti nell'inconscio / gli errori adulti che / ti segnano la vita // e in lampi di ricordi / quella corsa / dei grembiuli come ali // in voli bianchi; poesia Creative Commons

sabato 23 giugno 2018

Tripudio di luce (di Felice Serino)

Tripudio di luce (di Felice Serino): aspetto l' ineluttabile / disfacimento della veste // come l' albero delle / foglie // quelle macerano / l' albero è albero // il; poesia Creative Commons

Roger Whittaker - Dover to Calais (1984)

Poesia di Lorenzo Calogero

ANGELO DELLA MATTINA di Lorenzo Calogero

Angelo della mattina
risvegliami ancora
per la nuova fulgente aurora
che s’arrossa sull’orizzonte o s’incrina.

Io sono uno strano mendicante
che chiede amore e parole,
sono un solitario emigrante
verso le terre della luce e del sole.

Vienimi coi tuoi fulgori,
angelo che non ristai,
coi tuoi infiniti fulgori
colle movenze che tu sai,

e crescimi delle meraviglie,
di quanto raccogli negli occhi neri,
degli infiniti misteri
che tu celi dentro l’arco dei cigli.

Fammi conoscere ciò che tu conosci
i riflessi della tua bocca chiara;
mutevolmente nel mio cuore gia amara
è una musica una magica forma, in una pioggia che scrosci.

Sguardi e il tracimare


PIER PAOLO PASOLINI, Il glicine

venerdì 22 giugno 2018

Alessia e il silenzio nell'uliveto

Alessia e il silenzio nell'uliveto


Gioia di Alessia nel silenzio 
coltivato con pazienza nell'uliveto
e la voce di lui a dirle che l'ama.
Poi di nuovo per Alessia silenzio
dove era già stata la sera precedente
che non torna. Tesse il Mediterraneo
adiacente una musica e la chiesa
dei responsi nello scampanio
cattolico e Alessia trasale.
E poi di nuovo silenzio
nel posto del rosso delle fragole
tra degli ulivi dell'argento le foglie
a produrre una magica di natura
bellezza.

Raffaele Piazza

Reconditi azzurri (di Felice Serino)

Reconditi azzurri (di Felice Serino): vaghezza d' essere se / s'inclina il pensiero / su reconditi azzurri forse / sognati / nell' antenascita // il fiore della; poesia Creative Commons

giovedì 21 giugno 2018

L'afflato (di Felice Serino)

L'afflato (di Felice Serino): si leva / da un' alba rossa di passione / l' afflato del cuore // ad alleviare / -volo lieve di farfalla- / le brutture del; poesia Creative Commons

martedì 19 giugno 2018

domenica 17 giugno 2018

Se avranno voce (di Felice Serino)

Se avranno voce (di Felice Serino): ed è pleonastico il tuo dire / i tempi son cambiati e / alle piante seccano / i timidi germogli // i pesci son gonfi di plastica e / i cieli di cenere / e i mari piangono coi miei occhi // lasciare parlare i fatti / se voce avranno / in una -lesta?- inversione; poesia Creative Commons

venerdì 15 giugno 2018

Aria di fragole

Aria di fragole


Il posto delle fragole con te
sotteso al prato azzurro
specchio di cielo dove fare
l'amore sotto il verde di
centenari pini per albereti
fantastici nella tenda d'aria
di fragole del sapore soavità
della vita. E ci uniamo per rito
mistico e sensuale e non
facciamo il secondo figlio,
tu donna dei miei boschi
e dei miei mari, esperta
navigatrice dei giorni alba -
notte e così continuiamo.
Se mi chiedi la parola: è amore!!!

Raffaele Piazza 

Sorpresa di Alessia

Sorpresa di Alessia


Nell'intendere dei gabbiani
i versi mattinali trova oggi nei
loro suoni radiosi ragazza Alessia 
un mutamento (non urlano più 
ATTENZIONE ma GIOIA) 
e si stupisce Alessia
nel credere che verrà felicità
nella sua vita. Della casa
di Alessia la porta si apre
ed entra Giovanni con le
chiavi e l'abbraccia Alessia
e con passione bacia la
sua bocca e fanno l'amore.
Nel mentre guardandolo
negli occhi prega Alessia
Dio che non la lasci e che
nor resti incinta. Squilla
il telefono ed è Mirta dal
Paradiso (lo sa Alessia e non
risponde). Poi dopo l'amore
si riveste Alessia e lui le
dona una maglietta gialla
ed è lieta Alessia nella rigenerata
meraviglia.

Raffaele Piazza

Assonanze (di Felice Serino)

Assonanze (di Felice Serino): entri nel fiato / del mondo / col sestosenso dell'arte / appena percepibile seme // qui ne assumi / assonanze / -archi / di parole e suoni e; poesia Creative Commons

lunedì 11 giugno 2018

Saremo (di Felice Serino)

Saremo (di Felice Serino): il sangue starà / circumnavigando il periplo dei mondi / quando l'io non esisterà più // cosa saremo nessuno può dire // saremo nel Tutto / dove tutto ha nome; poesia Creative Commons

domenica 10 giugno 2018

La luce essenziale (di Felice Serino)

La luce essenziale (di Felice Serino): punti all' esteriore / e non alle cose del cuore? // vedi: non ha consistenza quanto / non nasca da radice / del sangue o semmai sopravviva / di effimero; poesia Creative Commons

sabato 9 giugno 2018

Emily Dickinson

Emily Dickinson
.

Vi è una certa inclinazione di luce,
i pomeriggi d’inverno —
che opprime, come il peso
di musiche di cattedrale —
Una ferita celeste, ci apporta —
non ne troviamo cicatrice,
ma un’interna differenza,
dove stanno i significati —
Nessuno può insegnarla — altrui —
è il sigillo della disperazione —
un’imperiale afflizione
inviataci dall’aria —
Quando viene, il paesaggio ascolta —
le ombre — trattengono il fiato —
quando va, è come la distanza
nell’aspetto della morte —

Nell'infinito di noi


Fernando Pessoa - Tabaccheria

Tina Charles -- Dance little lady dance 76

venerdì 8 giugno 2018

Mirta tra gli angeli

Mirta tra gli angeli


Mi dicevi di sentire il tuo angelo
custode quando parlavamo sulla 
terra e che ti faceva lui tante carezze.
Adesso ti prende in braccio Dio
e ti commissiona una villa in cielo
per Maria, tu architetto celeste
come il cielo dal mio studio di stasera
sotteso al nero dei tuoi occhi 
sulla scrivania. E mi detti questi
versi nell'attimo prima della
felicità adesso che sei anima
a me visibile e bellissima
sempre bruna e sempre donna
a spargere la fragola. Mirta
rara come il mirto per me sacra
presenza da toccare nel pacchetto
che mi desti il giorno prima
del tuo suicidio prima di volare
in Paradiso.

Raffaele Piazza

giovedì 7 giugno 2018

La stanza viola (di Felice Serino)

La stanza viola (di Felice Serino): la stanza viola della mente / veste l'anima / del quadro in cui ti perdi // dalla tela vedi crearsi / iridescenze -e il sangue / si; poesia Creative Commons

martedì 5 giugno 2018

L' essere- pensiero (di Felice Serino)

L' essere- pensiero (di Felice Serino): l' angelo o essenza / primeva / in veste d'apparire // in amore converte / il suo fuoco ancestrale // è ubiquità ed ali l'angelo / o; poesia Creative Commons

domenica 3 giugno 2018

In treno (di Felice Serino)

In treno (di Felice Serino): lei immersa nelle righe / nere mentre il paesaggio / -alberi case- fuggiva // sbirciavo il titolo / era in inglese - un / mattone a vederlo // distolse altera lo sguardo / lei biondo- platino e sola // conciliava un sonnellino / ora il monotono / rumore delle; poesia Creative Commons

sabato 2 giugno 2018

venerdì 1 giugno 2018

Alessia e l'urlo del gabbiano

Alessia e l'urlo del gabbiano


Sottesa al guardare l'onda
sul bordo del Mediterraneo
dove ha acceso una candela
il lungomare di Napoli a
protrarsi nell'infinità del
tempo e dello spazio mentre
vola un gabbiano e urla:
attenzione!!! ragazza Alessia
si chiede il senso della
scabra parola detta dal volatile
(attenzione a che cosa?).
Riflette Alessia nella magica
esperienza di quella parola
udita veramente (attenzione
a che cosa?). E nel silenzio
s'illumina Alessia e coglie il
senso (non è il momento
per restare incinta). (Il
bambino l'avrò quando
io e Giovanni guadagneremo
nel lavoro). Trasale Alessia
e accende sulla riva
un altro cielo scaramantico.

Raffaele Piazza

Vita centuplicata (di Felice Serino)

Vita centuplicata (di Felice Serino): tu nelle braccia di Dio / rapita nel sole / piccola Margot // tu rosa vestita per la vita // quella vita che / non ti fu dato; poesia Creative Commons