martedì 31 luglio 2018

Risillabare palpiti (di Felice Serino)

Risillabare palpiti (di Felice Serino): risillabare palpiti / di soli e / generare amore dove / il cuore mette ali // elevarsi come aquila / negli' infiniti; poesia Creative Commons

sabato 28 luglio 2018

Il guardano del faro (di Felice Serino)

Il guardano del faro (di Felice Serino): sembra toccare il cielo / attraverso la grande vetrata // gli fa visita il gabbiano / unico amico / al crepuscolo alla stessa ora / nel becco l'argentea preda // l'uomo del faro: / non uno stravedere / come il ragazzo l' ha sempre sognato / tra spume d' onde e; poesia Creative Commons

venerdì 27 luglio 2018

Alessia ritrova il filo

Alessia ritrova il filo


Segue il sembiante del sentiero
e ritrova il filo della vita ragazza
Alessia tra i pini centenari e i lecci
al Parco Virgiliano. Il filo è la via
bella nell'aria polita e giunge alla
casa di Mirta dove era già stata
e nel giardino vede Mirta in una
luce a sorriderle, Alessia già infinita.
Tra i limoni del giallo e gli aranci
si ritrova Alessia a ridere come
una donna e ci sarà raccolto.
Pare ad Alessia di nuotare
nella pace del lago.
Felice Alessia non svela all'
amica il suo segreto di platino.

Raffaele Piazza

Quel sorriso


martedì 24 luglio 2018

Mimesi (di Felice Serino)

Mimesi (di Felice Serino): mutevolezza come / di nuvole // -parabole / -alchimie del sangue // mimesi icariana / la giovinezza; poesia Creative Commons

lunedì 23 luglio 2018

Il riflesso (di Felice Serino)

Il riflesso (di Felice Serino): m'abbaglia l'accecante / riflesso d'un lunotto // tengo la strada - poi / il tunnel mi da pace // e m'acquieto con le note / di; poesia Creative Commons

domenica 22 luglio 2018

Dove l'angelo (3) (di Felice Serino)

Dove l'angelo (3) (di Felice Serino): ti dici quale angelo - quello / delle favole? mentre nel cuore / ti alberga il grido stridulo / del risentimento // -nell'ordine cosmico / è il boomerang che non vedi // dov'è l'angelo ti dici / semmai salga dal fondo / di te a illuminarti? // vieppiù continui; poesia Creative Commons

sabato 21 luglio 2018

Alphonse de Lamartine

Il mio cuore riposa e la mia anima vive nel silenzio!
Lontano dal mondo spira un rumore che giunge
Come un suono remoto spento dalla distanza
Ad un orecchio distratto portato via dal vento.
Da qui vedo la vita attraverso una nuvola
Svanire per me nell’ombra del passato;
L’amore solo è rimasto come una grande immagine
Sopravvive solitaria al risveglio di un sogno cancellato.

*
Alphonse de Lamartine 
(Mâcon, 1790 – Parigi, 1869)

" Notte Di Lacrime Salate " Paolo Amoruso - Edizioni La Gru

Don Gibson Blue Blue Day

venerdì 20 luglio 2018

Nei tuoi occhi di vento


Alessia torna alla sorgente nel Matese

Alessia torna alla sorgente nel Matese


Luglio dei desideri di farfalla rosa
per Alessia al manto del Cielo sottesa
e a quello della Vergine. Guida Giovanni
sull'autostrada nel giungere alla Valle
del Matese e alla sorgente nello sgorgare
nel folto dell'erba e tra il verde delle felci.
Beve Alessia acqua di platino e lui dice:
è dell'eterna giovinezza. Segnali del vento
estivo e ripete di un anno fa l'attimo nel
lambire il liquido elemento di Alessia
di 18 grammi l'anima e sta infinitamente.
Poi trovano il rosso delle fragole e si
baciano Alessia e Giovanni nella brezza.
Alessia ragazza si sente felice come una
donna e ride in attesa delle stelle
del libero arbitrio.

Raffaele Piazza

Cosa dice il cuore (di Felice Serino)

Cosa dice il cuore (di Felice Serino): fu il caso o il destino / a farli incontrare / all'uscita del discount sotto l'ombrello // lei la sua verve / lui il suo magnetismo / prima che se ne avvedessero / erano finiti a letto // quanto durò la storia se storia fu? / dalla sera alla mattina - un; poesia Creative Commons

giovedì 19 luglio 2018

Controsenso (di Felice Serino)

Controsenso (di Felice Serino): no non ha senso questo tempo / frantumato fra le dita / -c'inseguono le lancette di kronos // i bambini giocano all'ikea / e non nei prati / i genitori hanno tempo solo per loro // cosa pensa -se pensa- quel pesce che agonizza / soffocato dalla plastica? che; poesia Creative Commons

lunedì 16 luglio 2018

Dalle stanze della mente (di Felice Serino)

Dalle stanze della mente (di Felice Serino): lascio che esca dalle stanze della mente / la materia dei sogni - / un me stesso a librarsi sotto / il soffitto // per la conquista di nuovi / spazi - icaro; poesia Creative Commons

domenica 15 luglio 2018

Profumi ninnoli (di Felice Serino)

Profumi ninnoli (di Felice Serino): credi non sarà così per sempre / non come qui a guardare / per speculum in aenigmate // quel non riuscire a focalizzare / il profilo di lei / come quando la vedevi sbucare / da dietro la curva / della strada al ritorno dal footing // tra le altre; poesia Creative Commons

venerdì 13 luglio 2018

Notte di Alessia

Notte di Alessia


Prima dell'aurora dalla bella
tinta di rosa pari alla sua anima
si sveglia Alessia nel cuore della
notte e trasale. Pensa a Giovanni
Alessia ragazza nell'intessersi
dei pensieri con il buio del cielo
da luna e stelle infiorato per gioco
e spera che non la lascerà.
Annota Alessia sulle sponde del
diario il sogno più bello da non
raccontare nemmeno a Mirta
e poi si addormenta e sogna
una sorgente per gioco intravista
nell'immensità di un bosco
di pini, lecci e querce. E' il tempo
di ripiegarsi su se stessa
e oggi ha l'interrogazione e prende
dal cassetto di lui la foto
e la posa sul letto per scaramanzia.

Raffaele Piazza 

martedì 10 luglio 2018

Memoria di volo (di Felice Serino)

Memoria di volo (di Felice Serino): memoria di volo / dell\' antenascita - quando l\' angelo / benigno si piegò / nel vestire la carne // ora nello smarrirsi dei mattini / in un\' aria di; poesia Creative Commons

domenica 8 luglio 2018

Visione (di Felice Serino)

Visione (di Felice Serino): su di te vedi piegato il cielo / dalle leggiadre braccia / ti sale su per le narici / la barca di cristallo della / passione / veleggiando sul filo del respiro // nella camera della mente / non è detto non t\'appaia l\'angelo / dell\' affresco / visto quand\' eri; poesia Creative Commons

sabato 7 luglio 2018

Poesia di Ghiannis Ritsos

Le poesie che ho vissuto tacendo sul tuo corpo
mi chiederanno la loro voce un giorno,quando andrai.
Ma io non avrò più voce per ridirle allora. Perché tu eri
abituata
a camminare scalza per le stanze, e poi ti rannicchiavi sul
letto,
gomitolo di piume, seta e fiamma selvaggia.Incrociavi le
mani
sui ginocchi, mettendo in mostra provocante
i piedi rosa impolverati. Devi ricordarmi così - dicevi;
ricordarmi così coi piedi sporchi, coi capelli
che mi coprono gli occhi - perché ti vedo più profonda-
mente così. Dunque,
come potrò più avere voce. La Poesia non ha mai camminato così
sotto i bianchissimi meli in fiore di nessun paradiso.

Ghiannis Ritsos

DAL TRENO

Conway Twitty - Rainy Night In Georgia ft. Sam Moore

Cielo indaco


A guidarti la mano (di Felice Serino)

A guidarti la mano (di Felice Serino): vedi un gabbiano planare - tu / assiso s\' uno scoglio nella / calura di luglio qualche verso abbozzi // sarà tautologico ma è quanto / ti sale da dentro: //

venerdì 6 luglio 2018

Alessia in vacanza ad Ischia

Alessia in vacanza ad Ischia


Pomeriggio di luna bianca
a entrare nell'anima di Alessia
e rallegrarla nell'attendere Giovanni
nell'isola verde presso l'albero
cavo centenario e sta infinitamente
Alessia nel contemplare la serra
delle piante coltivate da altri
con pazienza e vede fiori rossi,
azzurri, gialli e blu Alessia da
rinominare con di sedici anni
la fantasia. E i verdi di tanti
tipi ad aggettare dalla terra
per incantesimo mistico e sensuale
a aspetta Alessia l'amato per fare
nella camera calcinata l'amore
secondo natura. E le piante
a entrare in di Alessia gli occhi
le provocano pace sottesa
ad armonia terrena e celeste
come la vita. E vede Mirta
avvicinarsi lenta dove erano
già state un anno fa.

Raffaele Piazza

mercoledì 4 luglio 2018

Cos\'è la poesia (di Felice Serino)

Cos\'è la poesia (di Felice Serino): la poesia è indefinibile / fa tremare i polsi / è l\'abbraccio di un albero / il sorriso di un bambino // la poesia / nasce dal sangue e ha dimora celeste // quando si; poesia Creative Commons

martedì 3 luglio 2018

Ricorda (2) (di Felice Serino)

Ricorda (2) (di Felice Serino): ricorda che il corpo è in scadenza / e se lamenta acciacchi è nel volgere / naturale delle cose // anche l\'albero mostra le sue; poesia Creative Commons

domenica 1 luglio 2018

Noi due (di Felice Serino)

Noi due (di Felice Serino): chi resta / avrà dall\'altro da lassù lo sguardo / o dai recessi dell\'essere dove / si presume / risieda l\'anima // chi resta alzerà gli occhi al cielo / in un atipico silenzio / rassegnato // un\'altra primavera e / nuovamente / guarderà il glicine fiorire / si; poesia Creative Commons