venerdì 7 settembre 2018

Mirta vive ancora

Mirta vive ancora


Mi eri amica e ieri ho conosciuto
a Napoli i giardini pensili a via
Petrarca a Napoli. Ville a Posillipo
infinito a illuminare il senso, e mi
sei ancora Amica, Mirta,
dopo esserti ammazzata. Dal nulla
delle tue ceneri emerge rosa pesca
la tua anima vergine e il tuo
corpo è ancora di te così bruna
e così donna. Si accendono stelle
margherite e ci sarà raccolto.
Mirta ancora vivi mentre entro
nel porto franco della tua villa
per un raccolto di arance e limoni
da spremere e bere per la rinascita.
Mirta infinita che ti desideravo in vita.

Raffaele Piazza

1 commento:

  1. Il poeta si rivolge all'amica suicida, dice che ha conosciuto a Napoli i giardini pensili e le ville a Posillipo. Vive la sua anima, ora, emersa dalle ceneri. Il poeta la pensa mentre entra nella sua villa, per raccogliere arance e limoni da spremere.

    RispondiElimina